Arte Giapponese


Home page | Breve storia dell'arte giapponese | Vuoi vendere? | Contattaci


SULLA VIA DELL'AMORE

SULLA VIA DELL'AMORE

Lotto 00026
N.3 xilografie shunga

Torii Kiyonaga

SULLA VIA DELL'AMORE

Periodo: primi del '900
Condizioni: ottime
Dimensioni cad: 37 x 25 cm

 

Prezzo: € 400,00

Preferisci acquistare effettuando un bonifico o una ricarica postepay? Clicca qui »

 

Tre importanti stampe orizzontali di grande formato realizzate nel 1785 dall'artista ukiyo-e Torii Kiyonaga (鳥居清長), tratte dalla celebre serie "Dodici coppie sulla via dell'amore" (色道十二番) il cui titolo segue un'antica tradizione secondo cui le serie di stampe erotiche avevano lo stesso numero di tavole dei mesi dell'anno: un nesso che collega il ciclo vitale della natura con l'apoteosi vitalistica e generativa del rapporto umano che è l'atto sessuale.

Le xilografie, di grande impatto visivo per i loro colori e la loro dimensione, sono qui presentate in una riproduzione su carta giapponese washi (和紙) risalente ai primi del '900 e si presentano in ottime condizioni generali. Di seguito alcuni dettagli sulle opere (guardando l'immagine di corredo in senso orario).

 

Smettila

Dietro una piccola parete scorrevole tsuitate (衝立) di legno e carta, quello che probabilmente è un uomo d'affari, come deduciamo dal portafogli kamiire (紙入れ) che ha portato con sé e che vediamo in alto a sinistra, cinge il fianco di una geisha come per non farla scappare e inizia a sollevare gli strati inferiori dello splendido kimono decorato con fiori di ciliegio (桜) e foglie di edera (蔦). La donna, che fino a qualche istante prima era intenta a suonare il liuto a tre corde shamisen (三味線) che scorgiamo sulla destra, prova timidamente a dissuaderlo, come leggiamo nelle didascalie scritte accanto alla sua elaborata acconciatura: «Dai, smettila. Non qui!».

 

Ah, di già?

In una stanza messa a soqquadro dalla passione, con le coperte tirate via sulla sinistra e il poggiatesta tradizionale hakomakura (箱枕) riverso sul futon (布団), lui pronuncia poche ma inequivocabili parole che non serve esplicitare. Lei, avvolta in uno splendido vestito decorato con delle gru (鶴) ed evidentemente contrariata per il precoce annuncio, esordisce con un «Ah, di già?» (アレ モウ) per poi chiosare, dopo un'altra frase che per pudore non traduciamo, con un laconico «Che peccato!» (ワるう おざんす).

 

Svengo

Due amanti avvinghiati in un vortice di passione. L'uomo è intento a procurare piacere alla compagna con una mano e lei, tra altre frasi di difficile lettura, esclama: «Il mio spirito si sta allontanando!» (きがとうくなるよう)... traducibile, più prosaicamente, con: «Sto svenendo!». La sincerità del trasporto della donna è testimoniata inequivocabilmente dal realismo dell'umore con cui l'autore ha "decorato" il rosso del kimono che la donna indossa sotto un elegante giacca nera haori (羽織).

 

Torna alla home page »


ArteGiapponese.com - Condizioni di vendita | Informativa privacy | Informativa cookie