Arte Giapponese


Home page | Breve storia dell'arte giapponese | Vuoi vendere? | Contattaci


BUDDHA SORRIDENTE, LAVANDO I CAPELLI, KISERU, FILATURA DEL COTONE

BUDDHA SORRIDENTE, LAVANDO I CAPELLI, KISERU, FILATURA DEL COTONE

Lotto 00042
N.4 xilografie ukiyo-e/shunga

Suzuki Harunobu

BUDDHA SORRIDENTE, LAVANDO I CAPELLI, KISERU, FILATURA DEL COTONE

Periodo: vedi dettagli
Condizioni: buone
Dimensioni: vedi dettagli

 

Prezzo: € 224,00

Preferisci acquistare effettuando un bonifico o una ricarica postepay? Clicca qui »

 

Splendido lotto di 4 xilografie (di cui 2 di genere shunga) del maestro Suzuki Harunobu (鈴木春信). Di seguito alcuni dettagli delle opere (guardando l'immagine di corredo da sinistra a destra e dall'alto in basso).

 

Buddha sorridente (dimensioni: 24,5 x 35 cm)

Il protagonista di questa bella stampa dai colori morbidi è il dio folcloristico Hotei (il cui nome letteralmente significa bisaccia di pezza, l'oggetto con cui comunemente viene rappresentato), conosciuto in Occidente con l'appellativo "il Buddha sorridente" o "il Buddha grasso". La scena, resa dinamica con una tecnica equiparabile a quella di un moderno manga in cui il personaggio in movimento lascia dietro di sé una scia, è divertente e maliziosa: Hotei scende dal rotolo da parete (kakejiku) appeso nella stanza, lasciando impressa sullo stesso solamente la propria sagoma, per dare una sbirciatina sotto il kimono di una bella ragazza che, sfinita dal caldo come si intuisce dal ventaglio che tiene in mano e dalle vesti che ha allentato sul girocollo, si è improvvidamente appisolata sotto l'effige della divinità. La stampa, riprodotta all'incirca nel 1930, si presenta in buone condizioni.

 

Lavando i capelli (dimensioni: 26,5 x 35,5 cm)

Delicata e sensuale xilografia realizzata tra il 1767 e il 1768 dal celebre maestro Suzuki Harunobu (鈴木春信). Il titolo completo dell'opera è "Due bellezze che si lavano i capelli" (髪洗い二美人) e raffigura sulla sinistra una giovane donna intenta a districare i capelli con un pettine kushi (櫛), sulla destra un'altra figura femminile con una lunghissima chioma ancora parzialmente immersa in una tinozza tarai (盥) posta sulla veranda engawa (縁側). Subito fuori scorgiamo uno specchio d'acqua sulle cui rive sono appena sbocciati dei fiori di iris (菖蒲) che, unitamente all'utilizzo di molte tonalità di azzurro nonché alle nudità delle due ragazze, conferiscono alla rappresentazione come una piacevole brezza di inizio estate. La stampa è qui presentata in una riedizione su carta giapponese washi (和紙) degli anni '60 e si presenta in buone condizioni.

 

Kiseru (dimensioni: 30 x 23 cm)

I volti della donne di Suzuki Harunobu (鈴木春信) sono spesso di una sublimità inespressiva: che si tratti di cortigiane, di donne di città o di popolane, i loro lineamenti sono carichi di un fascino che necessita di una cornice che ci aiuti a contestualizzare il loro ruolo e a configurare per loro una personalità che le sottragga alla bellezza pura della forma e restituisca loro un parte nel teatro della vicende umane. La donna raffigurata in questa xilografia è una prostituta Tayu (太夫) adagiata su una morbida pila di tre futon (蒲団). Tiene in mano una pipa kiseru (煙管) e sta soffiando il fumo, con fare malizioso, sul volto del suo ospite per la notte. La mano destra di lui e già nelle parti intime di lei, caricando così la scena elegante di un desiderio irresistibile e impaziente. L'opera, edita originariamente intorno al 1769, è qui presentata in una edizione in buone condizioni generali realizzata negli anni '60 dall'incisore Denkichi Kuga (久我伝吉) e dallo stampatore Keichi Noguchi (野口慶一).

 

Filatura del cotone (dimensioni: 30 x 23 cm)

Lei è una giovane vedova che si guadagna da vivere filando in casa il cotone; lui è un commesso del datore di lavoro da poco giunto per ritirare la merce pronta per essere portata in negozio. Il setting è una stanza molto luminosa sul cui uscio vediamo un gatto rapito da una farfalla che volteggia sopra il bonsai di un albero di pruno. È un attimo e i due, messo da parte il lavoro, si ritrovano avvinti in un intreccio di passione: il giovane è attaccato al seno di lei e le sue mani sono già sotto il kimono. Questa splendida xilografia riflette il gusto di Suzuki Harunobu (鈴木春信) di rappresentare l'amore della gente comune nel Giappone feudale. Nello specifico gli amanti appaiono inesperti e imbarazzati, dando vita ad una scena che è insieme tenera e sensuale. L'opera, edita originariamente intorno al 1760, è qui presentata in una edizione in buone condizioni generali realizzata negli anni '60 dall'incisore Susumu Ito (伊藤進) e dallo stampatore Yoshiaki Watanabe (渡辺義明).

 

Torna alla home page »


ArteGiapponese.com - Condizioni di vendita | Informativa privacy | Informativa cookie